Colori e suoni delle origini - Opere di Benetti per l'Universita' di Bologna

News del: 30/04/2013



Dal 10 al 30 Aprile 2013 - Inaugurazione 13 Aprile, ore 18:00 

Sala Ercole, Palazzo D'Aaccursio, Bologna 

Conferenza Stampa 11 Aprile, ore 11:00 alla Libreria Coop-Zanichelli 

Si è aperto il 10, ed inaugurato sabato 13 aprile 2013 a Bologna, presso la Sala Ercole di Palazzo D’Accursio il progetto artistico “Colori e suoni delle origini”, una mostra che ha visto la collaborazione tra Andrea Benetti, artista conosciuto a livello internazionale ed autore del "Manifesto dell’Arte Neorupestre" presentato alla 53. Biennale di Venezia e Frank Nemola, figura di primo piano nel panorama musicale italiano, nonché polistrumentista di Vasco Rossi.
“Colori e suoni delle origini”, curato da Silvia Grandi, è un progetto promosso da Friends of the Johns Hopkins University/Associazione di cultura e di studio italo-americana “Luciano Finelli” e dal “DAR Dipartimento delle Arti Visive Performative Mediali” dell’Università degli Studi di Bologna.

Estela Carlotto è venuta a Bologna per conoscere e visitare la mostra di Andrea Benetti

IL PROGETTO E' PROMOSSO DA

          

Silvia Grandi, curatrice della mostra e docente di Fenomenologia dell’arte contemporanea all’Università di Bologna, riscontra nel progetto dei due artisti una forte complementarietà: nel suo testo sottolinea come “l’improvvisazione musicale-sonora di Nemola, abbinata alle icone e ai colori dei dipinti di Benetti, renda possibile, in chiave attuale ed assolutamente contemporanea, il ritorno a quella sensorialità primigenia ed originaria, predicata oltre quarant’anni fa da McLuhan il quale, con le nozioni di “spazio visivo” e “spazio acustico” (The Medium is the Message, 1967), aveva teorizzato il ritorno dell’uomo ad una struttura sensoriale primordiale, piena di emozioni e di facoltà sinestetiche, proprio grazie alla diffusione dei media elettronici”.

IL VIDEO DELLA MOSTRA

“Colori e suoni delle origini” nasce dalla ricerca creativa di Benetti e Nemola, che, attraverso l’unione di due mezzi espressivi quali pittura e musica, riescono a creare un progetto di “arte acustica”. I due artisti creano un ponte ideale tra le origini dell’uomo e la contemporaneità, tra le forme antiche ed essenziali di espressione e le odierne esemplificazioni dei sistemi digitali di comunicazione di massa utilizzando i due sensi per eccellenza dei due periodi: udito e vista. La mostra si compone di trenta opere di pittura Neorupestre di Andrea Benetti e della performance musicale/vocale composta ed eseguita appositamente per le tele dell’artista dal musicista Frank Nemola. Il live della performance, della durata di una ventina di minuti, è stato eseguito durante l’inaugurazione ed è rimasto come accompagnamento sonoro e parte integrante del progetto espositivo, durante tutto il periodo di apertura della mostra. L’ultima collaborazione tra Andrea Benetti e Frank Nemola, musicista che da sempre svolge un’intensa e colta ricerca sulla musica e sulla sua traduzione scenica, studiando la sonorità delle origini unite ai rumori e suoni elettronici, risale al settembre 2011, anno in cui i due artisti presentarono un progetto di enorme successo all’interno delle Grotte di Castellana. Il progetto a cura del professor Massimo Guastella, per la sua innovazione è rientrato nel programma universitario di ricerca in Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università di Lecce.


Frank Nemola, Silvia Grandi, Andrea Benetti a Palazzo D'Accursio - Bologna

IL PROGETTO E' PATROCINATO DA

        

Il catalogo è edito da "qudulibri" COLORI E SUONI DELLE ORIGINI a cura di Silvia Grandi - Testi A. Benetti - S. Grandi - pagg. 86 - €. 26,00 -  Lingua italiana con traduzione inglese integrale - isbn 978-88-908513-0-8

>> CLICCA QUI PER CONSULTARE IL CATALOGO ON LINE <<